Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Parchi fluviali del Trentino

 
 
 
 
 
 
 Home  PARCHI FLUVIALI » Parco fluviale Chiese » Rinaturalizzazione
Rinaturalizzazione

á

Una volta sistemato e bonificato il territorio, non Ŕ semplice ricostituire ambienti umidi, di valore naturalistico. Dove si pu˛ Ŕ possibile ricreare zone umide con interventi di rinaturalizzazione che sostanzialmente si realizzano in modo inverso all'opera di bonifica.

Il progetto di rinaturalizzazione cerca di riprodurre l'ambiente com'era in origine, reperendo notizie storiche e individuando angoli di natura ancora intatti, da prendere a modello.
Con la rinaturalizzazione Ŕ importante ripristinare il contenitore vuoto (il supporto fisico dell'ecosistema) e poi lasciar fare alla natura nell'opera di riempimento del contenitore (ricostituzione dell'ecosistema). Il fine Ú ricreare ecosistemi autosufficienti e stabili nel tempo senza puntelli esterni.

In questo contesto perde significato l'idea di migliorare l'ambiente in funzione delle esigenze, delle aspettative e delle logiche umane: l'azione di rinaturalizzazione non pu˛ produrre nel minor tempo possibile forme di godimento a vantaggio esclusivo dell'uomo, con il massimo dell'efficienza e dell'efficacia economica, perchÚ la natura si ricostruisce da sola, in forme, modalitÓ e tempistiche sue proprie.

Tratto Storo - Bondone. Successione dei lavori
 
Rinaturalizzazione
 
 
credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy